[SCOPRI PERCHE’ DEVI ASSOLUTAMENTE AVERE ALCUNE PIANTE IN CAMERA DA LETTO ]

Mia nonna aveva una grande passione per le piante.

E non intendo solo per quelle nel suo lussureggiante terrazzo.

Ogni angolo di casa aveva maestose piante da interno di diverse varietà, fino quasi a far sembrare il salotto una giungla rigogliosa…tranne che nelle camere da letto.

Tutti i vegetali erano stipati dentro le sale principali, lasciando l’area notte completamente deserta.

Un giorno, quando ero piccola, chiesi a nonna Gemma perché il verde non poteva varcare la soglia e farmi compagnia anche in cameretta.

La risposta fu secca e decisa: “Simona, le piante di notte producono anidride carbonica e non bisogna respirarla!!”

Che le piante rilascino questo gas la notte, mentre di giorno ci regalano il prezioso ossigeno, è cosa abbastanza nota… ed all’epoca mi spaventava molto.

Per fortuna la visione di questo aspetto, negli anni, è notevolmente cambiata: oggi le piante possono vegliare sui miei sogni e contribuire a renderli più sereni.

Certo, le enormi piante di mia nonna, bene magari non fanno: la loro quantità deve essere proporzionale alle dimensioni della stanza, per cui è molto importante non esagerare.

E’ scientificamente dimostrato che la presenza di alcune piante, oltre a donare carattere alla stanza, porti effettivamente relax e riduzione dello stress.

Più siamo rilassati e più migliora la qualità del nostro sonno: il discorso non fa una piega.

Ma c’è di più.

Alcune piante sono in grado di purificare l’aria che le circonda da molti agenti nocivi per la nostra salute.

Muffe, formaldeide, benzene, ammoniaca… sono soltanto alcuni dei soggetti poco raccomandabili da cui le nostre piante, silenziosamente, ci difendono.

Esistono varietà botaniche, facilmente reperibili in commercio, pronte a difendere la nostra casa dall’inquinamento: non ha senso relegarle in salotto e continuare a respirare queste sostanze mentre dormiamo sonni sereni.

A seconda delle varietà cambiano le funzioni: c’è chi allontana le muffe (come lo Spatiphyllum), chi si nutre di benzene e agenti inquinanti come l’Aloe, chi agevola la nostra respirazione (ed il nostro sonno) come l’Areca…

E non sottovalutarle!

Il piccolo Chlorophytum (più conosciuto come “pianta ragno”) è in grado di ridurre del 90% le tossine presenti nell’aria in soli 2 giorni: un vero asso nella manica!

Un esercito silenzioso pronto a difendere e custodire i nostri sogni.

E’ un immagine un po’ romantica, ma mi piace addormentarmi con il pensiero di questi guardiani quieti che vegliano su di me…

Se a questo andiamo ad aggiungere i benefici che porta il contatto, seppur minimo, con la natura ed i suoi effetti rilassanti (allentare la tensione, migliorare l’umore…) far entrare i nostri verdi amici in camera da letto non può che migliorare la qualità della nostra vita!

Hai già dei guardiani verdi a garantirti notti serene, oppure hai sempre evitato di farlo, come mia nonna?

Scrivilo nei commenti: a me questa “paura” è passata solo da pochi anni!

A presto

Simona

piante_camera_da_letto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.