[SEI UN FUMATORE ACCANITO? QUESTA PIANTA E’ PROPRIO QUELLO CHE FA PER TE]

Fumare fa male, si sa…

Quello che forse ancora non sai è che il fumo non è nocivo solo per noi, ma anche per le nostre piante!

Le foglie delle piante, infatti, sono molto sensibili all’aria che le circonda: proprio con questo organo loro respirano.

Le piante respirano???

Proprio così: è la reazione inversa della fotosintesi clorofilliana.

E’ un processo chimico complesso (molto più complicato di quello che avviene negli animali – umani compresi), ma cerco di spiegartelo brevemente.

Nella fotosintesi, le piante assorbono anidride carbonica e rilasciano ossigeno nell’aria. Questo serve per accumulare e produrre molecole necessarie alla loro vita, come ad esempio lo zucchero.

E’ un po’ quello che noi facciamo attraverso l’assunzione di cibo.

Per poterle utilizzare e trasformare in energia, però, serve un altro procedimento: la respirazione, appunto.

Con la respirazione avviene il procedimento inverso: le piante assorbono ossigeno, rilasciando anidride carbonica.

E’ un processo di vitale importanza e, proprio per questo, le piante hanno bisogno di una buona areazione e di disponibilità di ottimo ossigeno nell’aria.

Riempire la nostra stanza di fumo e nicotina, non fa bene alla loro vita… non solo alla nostra!

Certo, smettere di fumare sarebbe la soluzione migliore per entrambi… ma non è così semplice.

Avere una casa bella, piena di piante verdi ed in salute, senza toglierti il vizio delle sigarette potrebbe non essere la cosa più facile.

Ma c’è una soluzione.

Lo sai che esiste una pianta in grado di assorbire fumo e sostanze nocive senza patirne le conseguenze?

E’ la Beaucarnea, decisamente più conosciuta con il nome di “pianta mangiafumo”.

Non farti spaventare dal nome: la sua manutenzione è decisamente semplice.

E’ una pianta da appartamento, perfetta per la coltura in vaso: basta tenere a mente pochissimi accorgimenti.

Ama gli ambienti molto luminosi, per cui si adatta bene all’interno di una sala con un’ottima esposizione.

E’ molto decorativa, con lunghe e strette foglie ritorte ed un grosso rigonfiamento alla base (da cui ha origine l’altro nome con cui è conosciuta: “piede di elefante”).

La sua grossa base ha una funzione ben precisa: serve per immagazzinare acqua.

Per questo anche l’innaffiatura è abbastanza semplice: in primavera ed estate deve essere costante e abbondante, controllando sempre che il terreno sia ben asciutto prima di dare altra acqua (non tollera in alcun modo i ristagni).

Quando si avvicina la stagione invernale, invece, le innaffiature vanno gradualmente sospese, proprio perché la pianta utilizza quella conservata alla base del fusto.

La pianta va rinvasata in primavera, solo quando il vaso diventa effettivamente troppo piccolo per lei.

Occhio a non esagerare con le misure, però: il rischio di trovarsi in casa un albero vero e proprio è dietro l’angolo!

Fortunatamente ha una crescita molto lenta, per cui non è il caso di preoccuparsi troppo per questo…

La sua lentezza ci aiuta anche nella concimazione: dall’inizio della primavera (e per tutta l’estate) basta diluire un pochino di fertilizzante nell’acqua e ricordarci di darglielo una volta al mese.

Direi proprio che non ha grandi richieste.

La fioritura è molto rara alla nostra latitudine e avviene solo in piante decisamente avanti con gli anni (la sua calma si fa notare anche in questo caso): non sentiremo, però, la mancanza dei fiori, che sono piccoli e decisamente poco appariscenti.

Al contrario le sue foglie, di un bel verde intenso, si faranno subito notare e daranno un tocco stravagante ad ogni ambiente.

Unica accortezza? Avere cura di rimuovere le foglie vecchie, mano a mano che ingialliscono e seccano.

E’ una specie robusta, che non soffre di particolari malattie, anche se, a volte, può essere attaccata dalla fastidiosa cocciniglia.

Non preoccuparti: se osserverai costantemente la tua pianta ti accorgerai prontamente di questo piccolo parassita e potrai facilmente rimuoverlo con un batuffolo di cotone imbevuto di alcol.

Fumare fa male, si sa, la tua nuova piantina ti darà una mano a mantenere purificata l’aria dell’ambiente in cui vivi, ma… non potrà fare molto per i tuoi polmoni…

E’ un argomento su cui riflettere attentamente!

 

Beaucarnea_mangiafumo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.